Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia  Siena Soccorso: Misericordie della provincia di Siena

Confraternita di Misericordia di Poggibonsi Onlus - Associazione di Volontariato         Misericordia di Poggibonsi su Facebook


Corso Base per volontari di Protezione Civile 2017

Terminati i corsi di retraining per i "vecchi" volontari di protezione civile per adeguarsi alle nuove normative di Regione Toscana, torna il corso per diventare nuovi volontari di Protezione Civile organizzato dalla Misericordia di Poggibonsi.

Il corso è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza, con unico requisito di accesso la maggiore età.

Giovedì 23 Marzo 2017 è la data di inizio corso, presso la sede della Misericordia di Poggibonsi in Via A. Volta, con il test introduttivo e la prima lezione. A seguire 2 o 3 incontri settimanali con termine del corso il giorno 11 Aprile 2017. La data di esame verrà comunicata a fine corso.

La partecipazione al corso ed il superamento dell’esame finale consentiranno di poter operare in interventi di Protezione Civile locali (sul territorio comunale di Poggibonsi, oppure provinciali), regionali e nazionali.
Diventa anche tu un volontario di Protezione Civile!

Chi volesse iscriversi o richiedere ulteriori informazioni può farlo telefonando al numero 331 1374228, scrivere all’indirizzo mail pc@misericordiapoggibonsi.org oppure contattarci su Facebook.

Mise S.O.S., Soccorso Operativo per il Sociale

Aiutaci ad aiutarti, con Mise S.O.S soccorsi più veloci in caso di calamità
MISE S.O.S. - A Poggibonsi cresce il sistema di Protezione Civile grazie ad una piattaforma informatica che segnala in tempo reale eventuali necessità che alcune persone in particolari condizioni di salute potrebbero avere in caso di emergenze o calamità naturali. Questo è Mise S.O.S., nuovo progetto che nasce dalla Misericordia di Poggibonsi e coinvolge Comune, Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa, Azienda Usl7, Società della Salute Alta Val d’Elsa. Una rete di soggetti che hanno condiviso da subito importanza e obiettivi del progetto contribuendo alla sua attivazione.
“Questo progetto è frutto delle numerose attività che la nostra Misericordia porta avanti da anni sul territorio – dichiara Gianfranco Lorini, Governatore della Misericordia di Poggibonsi - E’ un progetto innovativo, che sarà un importante strumento di supporto alle attività di prevenzione in ambito di Protezione Civile. Siamo molto orgogliosi dell’entusiasmo che ha suscitato ma anche delle grandi potenzialità di sviluppo che potrà avere. Ci auguriamo di poterlo estendere presto anche ad altre categorie potenzialmente interessate e siamo sicuri che avrà risonanza anche al di fuori del nostro Comune”.
“Una sfida importante che parte dalla Misericordia e coinvolge tutto il sistema di protezione e tutti i soggetti che ne sono partecipi – dice David Bussagli, Sindaco di Poggibonsi e presidente FTSA – L’obiettivo è essere d’aiuto e rendere più veloci le operazioni di soccorso attraverso una collaudata rete locale e un sistema di segnalazione evoluto”.
“Un progetto che si integra con quanto già esistente e collaudato come la rete di emergenza di 118 e Protezione Civile – dice il Direttore Società della Salute Zona Alta Val d'Elsa, Luca Vigni – La possibilità di mettere a sistema in maniera coordinata i vari attori, con la parte attiva e determinante del volontariato, è una bella sfida promettente. L'auspicio è di verificare il progetto sul campo e possibilmente estenderlo a tutta la Valdelsa”.

Le persone interessate e il funzionamento
In questo primo step Mise S.O.S. si rivolge a persone dipendenti da macchinari salvavita (ventilatori, aspiratori, peg, ossigeno), persone non autosufficienti (per ragioni motorie, non deambulanti, difficilmente trasportabili) persone sole o che vivono in luoghi isolati. I nominativi delle persone che aderiscono al progetto vengono inseriti in un archivio informatico che, grazie ad un apposito programma, indica in tempo reale ai soccorritori il tipo di intervento, i mezzi di soccorso necessari ed i bisogni urgenti del cittadino in caso di emergenze conclamate (ghiaccio, neve, alluvione, blackout). Nel caso si verifichi una situazione di questo tipo il sistema si attiva e il contatto con i soccorritori è immediato: la persona può chiamare la Misericordia al numero che le sarà fornito e, nel caso che dall’area interessata dall’emergenza non si vi siano chiamate di cittadini inseriti nel progetto, la Misericordia gradualmente contatta tutti gli interessati per avere conferma che la situazione è sotto controllo. Nell’archivio informatico saranno inseriti sia i nominativi e i recapiti del diretto interessato, sia quelli di almeno un’altra persona che ne faccia le veci (familiare, amico, assistente o chiunque ritenga opportuno l’interessato).
Il progetto si avvale del Sistema Informatico Territoriale (SIT) del Comune di Poggibonsi, sistema georeferenziato che consente continue e importanti implementazioni fra cui la piattaforma informatica per Mise S.O.S., sul quale è stato sviluppato con la preziosa collaborazione della LDP [ progetti gis ] Srl il software per la gestione dei dati e la localizzazione su mappa (solo per utenti abilitati).

Mise S.O.S. si attiva oggi, primo dicembre 2016, e conta sulla grande collaborazione dei cittadini. L’obiettivo di Mise S.O.S. è rendere più tempestivo ed efficace il sistema di aiuto in caso di emergenze. L’adesione al progetto è facoltativa: chi ha particolari esigenze o ritiene di avere necessità di particolari cure ed attenzione in caso di calamità, può aderire volontariamente chiamando la Misericordia a questo al numero 3356847454 (già operativo) e avviando così il percorso per essere inseriti nell’archivio informatico.

“Grazie – dicono i soggetti coinvolti - a tutti i volontari che renderanno operativo il progetto e a tutti i cittadini che collaboreranno”. Apposita informativa sarà predisposta per essere distribuita nei punti sensibili.

Comunicato congiunto del 1° dicembre 2016

Raccolta Pro-Terremotati del Centro Italia

In seguito ai nuovi eventi sismici di ottobre 2016, la Misericordia di Poggibonsi organizza una raccolta pro-terremotati del Centro Italia.

Si raccolgono generi alimentari a lunga conservazione, prodotti per la pulizia della casa e della persona, coperte e indumenti rigorosamente nuovi (vestiario usato non verrà consegnato!).

Tutti i prodotti possono essere consegnati presso la sede della Misericordia di Poggibonsi in via Volta 38/a...in caso di grandi quantitativi possiamo provvedere noi al ritiro in loco.

Tutto il materiale raccolto verrà consegnato dai nostri volontari direttamente nelle zone colpite dal sisma tramite contatti sul territorio. Per informazioni chiamare il 3381194854 (Alessio Matteuzzi).

Corso Base per volontari di Protezione Civile 2015

Sono aperte le iscrizioni al corso base per diventare volontari di Protezione Civile organizzato dalla Misericordia di Poggibonsi in collaborazione con il raggruppamento delle Misericordie della provincia di Siena.

Il corso è gratuito e aperto a tutta la cittadinanza, l’unico requisito per la partecipazione è aver compiuto la maggiore età.

Il programma prevede la prima serata introduttiva il giorno Mercoledì 7 Ottobre 2015, presso la sede della Misericordia di Poggibonsi in Via A. Volta, e si svilupperà in 12 lezioni serali teoriche e pratiche.

La partecipazione al corso ed il superamento dell’esame finale consentiranno di poter operare in interventi di Protezione Civile sul territorio comunale di Poggibonsi, oppure provinciali, regionali e nazionali.
Diventa anche tu un volontario di Protezione Civile!

Chi volesse iscriversi o richiedere ulteriori informazioni può farlo telefonando al numero 331 1374228 o scrivere all’indirizzo mail pc@misericordiapoggibonsi.org.

Alluvione Carrara Novembre 2014

I Volontari della Protezione Civile della Misericordia di Poggibonsi hanno portato il loro aiuto agli abitanti delle zone alluvionate di Carrara. Anche questa volta il lavoro, oltre a una parola di conforto, è stato quello di aspirare acqua e fango da scanticati, cantine, garage e ripulire abitazioni negozi e fabbriche con pale e tira acqua.
Con preghiera alle amministrazioni comunali, che prendano a cuore la previsione e prevenzione dei propri territori, mandiamo un abbraccio alle popolazioni colpite con il pensiero di un nostro volontario: "di rientro da due giorni impegnativi ma felice di aver ricevuto più di un semplice Grazie da persone meravigliose!!!".
Che Iddio ve ne renda merito. Clicca qui per vedere le foto su Facebook

Addestramento Amiata 2012 ad Arcidosso

La simulazione di un terremote nel territorio dell' Amiata è stato lo scenario dell'esercitazione a cui il nostro gruppo Protezione Civile a partecipato nel fne settimana del 25-26-27 Maggio scorso. Sedici volontari, due mezzi logistici 4x4, due camper e due ambulanze i mezzi in dotazione. Tutta l'esercitazione è stata caratterizzata da delle tempistiche molto molto vicine alla realtà, infatti appena arrivati sono entrati subito in servizio per la ricerca e il soccorso di feriti tra le macerie di un'abitazione e in aree vaste. Il primo equipaggio sullo scenario aveva il compito di fare triage dei feriti e dare le indicazioni agli altri per rendere i soccorsi più efficaci. Intanto il resto del gruppo ha provveduto ad allestire il campo montando la tenda e sistemando i collegamenti radio.
Nella notte altro scenario nel centro storico di Arcidosso che prevedeva il recupero di feriti tra le macerie, con l'ausilio di 4 squadre di triage ad ottimizzare le forze dei soccorritori. La mattina del sabato con il coordinamento dei Vigili del Fuoco è stata evacuata la scuola e recuperato i feriti all'interno.
Per gli scenari del pomeriggio le simulazioni si sono arricchite grazie all'intervento di Pegaso e dei gruppi cinofili per la ricerca dispersi, poi recuperati con l'ausilio di tecniche saf con corde per la discesa su roccia e toboga.
La sera del sabato ultimo scenario suddiviso in due zone in cui i nostri volontari sono intervenuti con ambulanze e mezzi logistici defender 130 e 90 per i punti luce oltre a cimentarsi nel coordinamento delle squadre di triage per la gestione delle priorità di intervento sui feriti.
Come esperienza è stata sicuramente notevole e sono tornati tutti arricchiti di conoscenze tecniche e pratiche nel lavoro di squadra e coordinamento, cose che spesso diamo per scontate, ma che invece in questi contesti rivestono un ruolo di primaria importanza per poter ottimizzare le forze e massimizzare i risultati in termini di vite umane salvate. Clicca qui per vedere tutte le foto su Facebook

Emergenza Neve Gennaio 2012

Energia doppia per i nostri volontari di protezione civile in questa emergenza neve.
L'impegno dei volontari della nostra Misericordia è stato costante e continuo sul territorio del comune di Poggibonsi. Per scongiurare i rischi del ghiaccio le nostre squadre si sono alternate con pale e grazie al nostro mezzo spargisale sulle vie cittadine fin dalla notte del 31 Gennaio.
Dal primo febbraio sempre i nostri volontari si sono schierati a servizio della cittadinanza di Iesa e Monticiano, duramente colpita dal maltempo e dove la totale mancanza di corrente ha reso ancor più difficile affrontare le temperature rigide e la neve. Abbiamo allestito il punto di accoglienza presso la RSA di Iesa e ci siamo adoperati di concerto con il raggruppamento provinciale senese per portare soccorso e assistenza porta a porta, rispondendo così alle necessità di chi dopo tanti giorni senza acqua e riscaldamento vedeva una faccia amica.
Importante l'azione svolta sabato 4 con la cittadinanza di Iesa per l'assistenza ad una anziana sola, che aiutata dai nostri volontari si è spostata nel punto di accoglienza presso la RSA e ha potuto riscaldarsi, prendere un pasto caldo e trascorrere la notte. La morsa del gelo purtroppo non accenna a diminuire e anche se in queste ore l'emergenza sembra rientrare invitiamo tutta la cittadinanza alla massima prudenza. Ringraziamo tutti i volontari del gruppo protezione civile per l'impegno profuso fino ad adesso e per quello che profonderanno nei giorni a venire.

I nostri volontari all'Isola del Giglio

2 volontari di Protezione Civile della nostra Misericordia, insieme a 2 volontari della Misericordia di Siena, in servizio all'Isola del Giglio alla postazione di primo soccorso. Foto sulla nostra pagina facebook.

Alluvione Toscana-Liguria

I volontari di protezione civile della nostra Misericordia con fuoristrada, idrovora, punti luce e altro materiale occorrente, sono in soccorso della popolazione in difficoltà per l'alluvione insieme alle altre Misericordie del raggruppamento senese. Aggiornamenti e foto sulla nostra pagina facebook.

Sabato 7 Maggio 2011 prova di evacuazione della scuola media Leonardo Da Vinci

Il gruppo Protezione Civile della Misericordia di Poggibonsi, con un cospicuo numero di volontari e mezzi ha preso parte all'esercitazione degli studenti della scuola media Leonardo Da Vinci.
La scuola è stata evacuata simulando un terremoto, con l'intento di verificare il corretto svolgimento delle manovre di emergenza da parte di studenti, insegnanti e personale presente nell'edificio.
I Volontari di protezione civile hanno messo in pratica le tecniche di assistenza alle persone evacuate nonché di recupero e immobilizzazione di eventuali feriti.
Questa esercitazione, è conclusione e verifica di un percorso di sensibilizzazione alle tematiche di previsione, prevenzione, soccorso e ripristino della normalità che come gruppo di Protezione Civile attivo sul territorio ci competono e che ci stiamo impegnando a portare avanti con determinazione.

Corso di Protezione Civile, qualifica WB Ugem

Il corso, con lezioni settimanali, oltre ad affrontare le tematiche della formazione "WB" prevista dall'Ugem, sarà occasione per conoscere le attrezzature di cui siamo dotati, i mezzi con i quali operiamo e soprattutto per formare e consolidare un gruppo che sia motivato, unito e che abbia come fine comune:
"Aiutare il Prossimo".

Tutte le lezioni si terranno presso la sala convegni posta al secondo piano della nostra Misericordia, salvo diverse comunicazioni, alle ore 21.30.


Apri il volantino in pdf a sinistra per il dettaglio delle lezioni.

Dicembre 2010: Poggibonsi sotto la neve, superlavoro per gestire l'emergenza

Grande lavoro del Gruppo Protezione Civile della nostra Misericordia nei giorni 17, 18 Dicembre a causa dell' abbondante nevicata che in poche ore ha letteralmente messo in ginocchio la viabilità della nostra Città.
Una prima squadra di volontari, in tutto sette è stata impegnata al fianco dei Vigili Urbani fin dal primo pomeriggio di venerdì 17 per liberare i mezzi e gli automobilisti rimasti intrappolati nei sottopassi di Via Boninsegna prima e di via Solferino poi. Successivamente una squadra di cinque volontari ha affiancato i vigili urbani nella gestione del traffico da Largo Gramsci, interdetto a causa del crollo di un pino, contemporaneamente una Jeep attrezzata si dirigeva a Ulignano, comune di San Gimignano per portare alle proprie abitazioni 4 insegnanti di scuola materna rimasti bloccati. Siamo poi stati inviati dall'unità di crisi provinciale sull'autopalio dove numerosi autotrasportatori hanno trascorso la notte, abbiamo distribuito bevande calde e coperte e prestato il nostro soccorso ad un automobilista rimasto in panne. Le nostre due Jeep, un defender 90 e un defender 130 con dieci volontari sono rimasti a disposizione delle autorità fino alle prime ore di sabato mattina. Siamo poi tornati in servizio con gli stessi due mezzi e sette volontari nel pomeriggio di sabato 18 per mettere in sicurezza i marciapiedi dal pericolo del ghiaccio. "Armati" di pale e sale abbiamo ripulito molte vie del centro, sotto l'attenta direttiva del comando dei Vigili Urbani di Poggibonsi.

Settembre 2010: Esercitazione a Magione "Pian di Carpine in Emergenza 2010"

Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 Settembre il ns. gruppo Protezione Civile è stato presente all'esercitazione organizzata dalla Misericordia di Magione (PG). Il nostro campo base è stato il campo 4 di Agello. I nostri equipaggi sono stati protagonisti di interventi su vari scenari tra cui l'incendio di un battello in mezzo al lago Trasimeno, l'evacuazione di una scuola media ed una elementare. L'incidente di un autobus e il terremoto in un cinema. Rilevante la collaborazione e il coinvolgimento dei Vigili del Fuoco presenti con le loro squadre e le loro attrezzature su tutti gli scenari. Questa esercitazione è stata l'occasione per noi volontari di metterci alla prova come squadre e come gruppo sperimentando e acquisendo conoscenze importanti per svolgere un buon servizio in caso di maxi emergenza.

PROGETTO RIV: Rischio Idrogeologico Valdelsa

Realizzato dalla MISERICORDIA di POGGIBONSI
con il contributo del Centro Servizi Volontariato della Toscana
e con il patrocinio del Comune di Poggibonsi

CesvotIl progetto RIV, Rischio Idrogeologico Valdelsa, messo a punto dai volontari della Protezione Civile della Misericordia di Poggibonsi e realizzato con il contributo del Centro Servizi Volontariato Toscana, si sviluppa nel territorio del Comune di Poggibonsi ed ha come obiettivi primari la prevenzione, previsione e gestione dei fenomeni idrogeologici straordinari del torrente Staggia.

I fenomeni di esondazione, o di pericoloso innalzamento delle Stemma Comune di Poggibonsi (Siena) Toscana acque, verificatisi nel corso degli anni, tenuto conto soprattutto delle numerose abitazioni, scuole ed attività commerciali sorte lungo il corso d'acqua e dislocate spesso sotto il livello del corpo idrico hanno evidenziato la criticità della situazione.

Il sistema di monitoraggio e telecontrollo installato sul ponte che collega Largo Campidoglio con la zona di Salceto, rileva costantemente il livello del fiume grazie ad un sensore ad ultrasuoni. Se il livello delle acque supera il livello di guardia, grazie ad un sistema di elaborazione dati vengono inviati in tempo reale messaggi di allerta e/o allarme ai referenti della Protezione civile del Comune e delle Associazioni di Volontariato. In questo modo è possibile procedere con notevole margine di tempo all'attivazione della squadre di intervento, dotate di specifiche attrezzature di soccorso.

Un ruolo fondamentale nella prevenzione dei danni, causati da eventi alluvionali è rivestita dall'informazione alla cittadinanza. Per questo scopo è stato realizzato di concerto con la scuola media Leonardo da Vinci un percorso informativo per gli alunni, è stata intrapresa una collaborazione con numerose emittenti radio locali che diffonderanno eventuali messaggi di preallerta, e infine è stata realizzata una pagina internet a cui tutti i cittadini possono accedere per prendere visione dei dati rilevati dal sistema di monitoraggio.
Dati visibili online H24 su misericordiapoggibonsi.org (larghezza schermo 1152 px), sienasoccorso.it (larghezza schermo 800 px), valdelsa.net (larghezza schermo 1024 px).

Esercitazione di Protezione Civile a Magione

Nei giorni 24, 25 e 26 Settembre prossimi il nostro gruppo di Protezione Civile sarà a Magione per l'esercitazione di Protezione Civile. I volontari coinvolti saranno 16. I mezzi a disposizione saranno 2 Ambulanze, 2 Jeep,1 Camion per il trasporto materiali, 1 Camper, 1 Camper sala operativa. Per le attrezzature tra le altre: 1 punto luce e due idrovore.

Ancora acquazzoni e piogge torrenziali su Poggibonsi

Il gruppo Protezione Civile della ns. Misericordia, nel pomeriggio di Domenica 20 Giugno, è stato di nuovo protagonista delle operazioni di soccorso in zona Salceto. Il parcheggio situato in sotto il livello della strada a causa delle forti piogge è stato nuovamente sommerso dall'acqua. Tre mezzi, due idrovore da 3.000 lt/min. e 8 volontari si sono prodigati per molte ore e nonostante la pioggia non accennasse a diminuire, per poter ripristinare nel più breve tempo possibile il normale flusso idrico. Sempre nella stessa serata a causa delle piogge che hanno funestato la città la ns. Misericordia è intervenuta anche a sostegno della guardia medica. Poichè l'ambulatorio di via della Costituzione era inagibile per le piogge un nostro mezzo ha provveduto al trasferimento del medico nella nuova sede, anticipando solo di qualche giorno il trasferimento già previsto dal 118, presso i locali della Misericordia in Via Volta.

"Bomba d'acqua" su Poggibonsi

Mercoledì 19 Maggio pioggia torrenziale e grandine hanno funestato per circa due ore la nostra città. La grande quantità d'acqua caduta in pochi minuti ha creato notevoli disagi alla viabilità in varie zone. Il nostro gruppo di Protezione Civile è stato subito pronto a rispondere alle richieste sopraggiunte. Siamo intervenuti, con un mezzo e un'idrovora, prima in Via Brunelleschi dove fortunatamente la situazione si è risolta in tempi brevissimi e senza danni e poi in via Salceto dove purtroppo la situazione per le attività nella zona e i mezzi parcheggiati era piuttosto seria. Coordinati brillantemente nell' intervento dai Vigili del Fuoco di Siena in poche ore tutta l'area è stata liberata dall'acqua.

Corso Esac: tiriamo le somme

Si è concluso il corso per volontari di Protezione Civile esperti di soccorsi in area critica, E.S.A.C. svolto presso la nostra Confraternita di Misericordia grazie al contributo del Cesvot. L'occasione per tirare le somme di questa esperienza che ha visto coinvolti volontari di varie associazioni operanti in Protezione Civile è stato un incontro tra i responsabili del gruppo Protezione Civile della nostra Misericordia, il tutor e i giornalisti locali. Iniziative come questa che mirano a formare ed informare il personale volontario operante in Protezione Civile assumono una rilevanza inestimabile per l'efficacia e la tempestività degli interventi anche e soprattutto alla luce delle recenti emergenze quali il terremoto in Abruzzo, l'alluvione a Lucca e le forti piogge che hanno interessato il nostro Comune che hanno visto coinvolti i nostri volontari di Protezione Civile.

Ancora neve nel senese

Martedì 9 Marzo un equipaggio di quattro soccorritori e un mezzo 4x4 ha prestato soccorso agli automobilisti bloccati sulla Siena-Grosseto a causa di una forte nevicata. Una seconda squadra è sempre stata in sede pronta ad intervenire. Le operazioni di soccorso, coordinate dalle forze dell'ordine di polizia e carabinieri si sono protratte fino alla mezzanotte di mercoledì.

La Nazione - Centralina «sorveglia» lo Staggia

Bartalesi della Misericordia: "Consente di intervenire con tempestività"
Una centralina all’ avanguardia per avere notizie in tempo reale sul livello dello Staggia. Appena il fiume, uno dei corsi d’acqua della Valdelsa maggiormente a rischio di esondazione, raggiunge la soglia di guardia, scatta l’allarme e si mette in moto la protezione civile. Sarà installata i primi di marzo sul ponte che collega Largo campidoglio e Salceto ed è la novità più importante del piano antialluvione realizzato dalla Misericordia di Poggibonsi. Il piano di intervento è stato reso noto ieri e nasce dalla consapevolezza, supportata dalle cifre, dell’estrema pericolosità dello Staggia, il fiume che più volte, in passato, è uscito dagli argini, provocando gravi danni. “Si tratta di un progetto particolarmente importante, spiega il suo curatore, Giacomo Bartalesi. L’obiettivo principale è il monitoraggio 24 ore su 24 dello stato del fiume. Solo essendo informati sui livelli che raggiunge è possibile intervenire con tempestività ed efficacia”. Dalla centralina, a pannelli solari, in caso di emergenza partiranno dei gsm per la protezione civile, che a quel punto accenderà il motore della grande macchina organizzativa per garantire la sicurezza del territorio. Il piano della Misericordia è stato realizzato grazie al contributo del Cesvot, che stanziando 60 mila euro ha consentito all’associazione l’acquisto della centralina, di un fuoristrada e di un’idrovora da 3 mila litri al minuto. Tra qualche settimana, dunque, sarà possibile sapere in tempo reale le “intenzioni” dello Staggia, che ha creato troppi problemi in passato per non essere controllato minuto per minuto.

Marco Brogi

Misericordia in Protezione Civile

Attività e grande fermento nel gruppo di Protezione Civile della Misericordia di Poggibonsi, nato in seno alla locale confraternita nel 1997, pilastro della colonna mobile del Siena Soccorso e tra i primi a portare aiuto alle popolazioni terremotate in Abruzzo. Presenti a Lucca e in Valdelsa durante la recente emergenza piogge per liberare le abitazioni dal fango e monitorare il livello dei fiumi. Il gruppo, spiega il coordinatore della Misericordia di Poggibonsi Filippo Maggiori, sta investendo nella formazione dei volontari e nell' ampliamento del parco mezzi. Si sono da poco conclusi due corsi di respiro provinciale svoltisi nei locali della Misericordia per le parti teoriche e nel territorio del comune per le parti pratiche. Il primo corso dedicato agli autisti di mezzi a quattro ruote motrici, realizzato in collaborazione con il Chianti 4x4 Fuoristrada Club, ha riunito volontari provenienti da tutto il territorio provinciale che si sono confrontati su tematiche inerenti la manutenzione dei mezzi e le varie tecniche teoriche di guida in fuoristrada. Sono poi passati , con l'ausilio di esperti qualificati e delle Jeep in dotazione all' associazione, alla pratica sul campo. Affrontando situazioni impervie della guida su terreni fangosi, guadi e pendenze estreme. L'altro corso per volontari di protezione civile esperti di soccorsi in area critica, realizzato in collaborazione con i Vigili del Fuoco del nucleo S.A.F. e N.B.C.R. ha riunito i volontari del senese intorno a tematiche connesse con il sistema di protezione civile nazionale e il ruolo del volontariato, per passare poi ad affrontare tecniche di primo soccorso con esercitazioni pratiche di recupero feriti in aree critiche. Per quanto riguarda i mezzi, continua il coordinatore Filippo Maggiori, la Misericordia di Poggibonsi ha acquistato con il contributo del Cesvot una Jeep Land Rover 130 e un'idrovora da 3.000 lt/min. attrezzature che servono per intervenire in caso di rischio idrogeologico Valdelsa. La catena del soccorso attivata da una moderna centralina a pannelli solari, installata sul ponte del fiume Staggia che collega Largo Campidoglio con Salceto, allerta tramite gsm il personale appositamente addestrato a questo tipo di interventi. Chiaramente continuano i vertici della locale confraternita di Misericordia, questo non è un punto di arrivo ma un'ottima base di partenza per poter intervenire con perizia e tempestività nelle situazioni di emergenza di massa.

Forti piogge nel comune di Poggibonsi

Martedì 5 Gennaio, il ns. Gruppo Protezione Civile si è trovato ancora una volta in prima linea, questa volta sul territorio del ns. Comune. Due equipaggi per un totale di 7 volontari e due jeep attrezzate con idrovore, di cui la ns. Misericordia è dotata, hanno monitorato il livello delle acque dei fiumi a partire dalla tarda serata di martedì.
Le zone di ns. competenza sono state la confluenza tra il fiume Staggia e il torrente Drove di Tattera e tra il fiume Staggia e il fiume Elsa. Le attività di controllo si sono protratte fino alle prime ore del 6 Gennaio.
Nel territorio di Poggibonsi non si sono resi necessari interventi per il contenimento delle acque ma lo stato di preallarme, protratto per alcuni giorni, ha fatto si che numerosi volontari abbiano dato la loro disponibilità pronti ad intervenire.

Il nostro aiuto per le esondazioni a Lucca

La Misericordia di Poggibonsi ancora una volta ha risposto positivamente all'emergenza di protezione civile che ha visto coinvolta la periferia e la città di Lucca. Nella notte tra sabato e domenica 26/27 Dicembre sei Volontari con due fuoristrada attrezzati con idrovore da 3.000 lt/min. sono intervenuti nell' area critica. Le attività di soccorso dei nostri volontari si sono protratte per tutta la giornata di domenica, soprattutto per liberare dal fango scantinati e abitazioni.

Progetto Rischio Idrogeologico

Il progetto rischio idrogeologico pensato e studiato dal gruppo protezione civile della ns. Misericordia ha ricevuto la sovvenzione del CESVOT per la realizzazione. La ns. associazione grazie al contributo della consulta per il volontariato può così dotarsi di un ulteriore automezzo dedicato al monitoraggio del livello idrico del fiume Staggia che sarà allertato da una sofisticata centralina a pannelli solari perfettamente integrata con l’ambiente che al superamento della soglia di rischio invierà l’ allarme ad membro della protezione civile appositamente formato ed istruito che darà avvio al relativo protocollo. Questo progetto ha ricevuto il plauso del CESVOT in quanto volto alla sicurezza della popolazione ma anche alla sensibilizzazione verso il controllo e la gestione del rischio.

Corso guida sicura in 4x4

A breve i locali di Via Volta dove ha sede la ns. Misericordia con il suo nucleo interno di protezione civile ospiteranno un corso per autisti di 4X4, sponsorizzato dal CESVOT. L’iniziativa, a numero chiuso, è rivolta a tutti gli autisti volontari iscritti alla protezione civile. Siamo particolarmente orgogliosi si poter ospitare questa iniziativa, ci rendiamo conto che spesso durante le emergenze in cui è coinvolta la protezione civile è fondamentale guidare in sicurezza su terreni di tutti i tipi. Speriamo in caso di necessità di poter essere sempre più efficaci e tempestivi nel portare il nostro soccorso.

Esercitazione provinciale

Il Siena soccorso ha individuato la sede per lo svolgimento dell’ esercitazione annuale dei gruppi di protezione civile delle Misericordie della provincia. Sarà proprio la Valdelsa il teatro degli scenari di soccorso. Fianco a fianco i confratelli di tutte le Misericordie della Provincia metteranno in pratica il loro saper fare in una maxi emergenza.

Corso E.S.A.C.: formazione per volontari di protezione civile esperti di soccorsi in area critica

La Misericordia di Poggibonsi ha nel suo seno un affiatato e preparato gruppo di volontari che operano nell'ambito della protezione civile. In recenti attività addestrative effettuate all'interno del Raggruppamento Provinciale delle Misericordie è emersa la necessità di approfondire le tematiche di soccorso sanitario in aree critiche. Il progetto formativo si propone di consegnare ai partecipanti conoscenze sulle modalità di intervento in aree critiche (edifici crollati, ipogei naturali, zone contaminate, ecc), interventi di soccorso e recupero per persone coinvolte in calamità naturali e tecniche per la autoprotezione degli operatori di protezione civile.
Nelle calamità naturali ed anche in soccorso sanitario in aree definite critiche il bagaglio conoscitivo degli operatori di PC appreso nei programmi formativi standard non è assolutamente sufficiente. E' quindi necessario procedere ad attivare corsi di formazione per volontari come il presente che permettano la conoscenza e l'utilizzo delle imbracature, di tecniche di recupero specifiche, di attrezzature particolari. Il corso è finalizzato anche alla possibilità di far cooperare i volontari della protezione civile con gli operatori del soccorso tecnico urgente al fine di migliorare in termini di efficienza ed efficacia il soccorso alle popolazioni coinvolte da calamità o da disastri naturali. Il corso sarà realizzato equilibrando ore di formazione in aula con una parte addestrativa "sul campo" e con una seria valutazione ex post in aula di quest'ultima.

FINALITÀ E OBIETTIVI
- presentare il sistema di protezione civile e le norme e leggi che lo sovraintendono; particolare attenzione verrà tenuta per l’illustrazione del modello “Augustus”;
- far acquisire le conoscenze sul ruolo del volontariato nel sistema di PC e sui ruoli delle centrali 118 e delle altre componenti la Protezione Civile;
- formare i discenti sulle tecniche di primo soccorso in situazioni di calamità ed in presenza di aree critiche, illustrare
tecniche di recupero in situazioni complesse, illustrare l’utilizzo della barella toboga e della barella Kong, formare
all’uso di imbracature, corde e attrezzature per il recupero in aree impervie. Formare i discenti sulle tecniche di soccorso in zone a rischio contaminazione nell’ottica di cooperazione con i nuclei NBCR (nucleare, batteriologico, chimico e radiologico) dei VVFF;
- formare i discenti alle problematiche delle comunicazioni in protezione civile; formare i discenti a tecniche di orienteering, tecniche per ottimizzare la ricerca di persone scomparse;
- formare i discenti sulle misure di autoprotezione da adottare in caso di intervento su aree ad elevata criticità, illustrare l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, illustrare i rischi e le tecniche di autoprotezione da adottare in caso di intervento in aree a rischio di contaminazione.

TIPOLOGIA DEI DESTINATARI
Il corso è aperto a volontari di associazioni di volontariato operanti nel settore della protezione civile e del trasporto sanitario.
Per le caratteristiche del corso e le finalità espresse in precedenza sarebbe opportuno possedere il diploma di soccorritore di livello avanzato ex tabelle attuative LRT 25/01.
Titolo preferenziale è il possesso del diploma di scuola secondaria superiore.
Tutor: Filippo Maggiori

Lunedì 14 dicembre 2009 ore 21:00 - 23:30
Il sistema di protezione civile nazionale e regionale.
Illustrazione parte normativa nazionale e regionale,
illustrazione metodo “Augustus”
Ing. Ciacci Gianpiero - esperto di normativa PC e di associazioni di volonatriato

17 dicembre 2009 ore 21:00 - 23:30
Ruolo del volontariato nel sistema di PC.
Organizzazione della PC all’interno delle OdV.
Dott. Lerose Rocco - Presidente Comitato Provinciale
di Protezione Civile della Provincia di Siena

11 gennaio 2010 ore 21:00 - 23:30
Tecniche di orienteering e ricerca persone in protezione civile. Illustrazione metodi di ottimizzazione
ricerca persone, tecniche di orientamento e comunicazioni radio
Sig. Pascucci Roberto - Formatore Protezione Civile Misericordie

18 gennaio 2010 ore 20:30 - 23:30
Tecniche di primo soccorso in aree critiche.
Tecniche di soccorso in caso di calamità, utilizzo
attrezzature da recupero e salvataggio
Sig. Manganelli Stefano - Nucleo S.A.F. Vigili del Fuoco

21 gennaio 2010 ore 20:30 - 23:30
Autoprotezione e utilizzo dei D.P.I. in aree ad elevata
criticità. Misure di autoprotezione da adottare
in caso di intervento in aree critiche o a rischio
contaminazione
Sig. Minucci Giorgio - Istruttore NBCR Vigili del Fuoco

25 gennaio 2010 ore 20:30 - 23:30
Tecniche di primo soccorso in aree critiche.
Tecniche di soccorso in caso di calamità, utilizzo
attrezzature da recupero e salvataggio
Sig. Manganelli Stefano - Nucleo S.A.F. Vigili del Fuoco

Terremoto Abruzzo 2009

Esercitazione "Insieme 2008" Siena